@fotopavia su Instagram

giovedì 5 aprile 2018

HISTORY WALKS: UN NUOVO MODO DI RACCONTARE LA STORIA DELLE CITTA'

Oggi vi presentiamo "The original history walks" un progetto ideato dall'Associazione culturale pavese "il mondo di TELS" per raccontare la storia delle nostre città in modo originale e coinvolgente utilizzando la ricca scenografia urbana a disposizione.
Per saperne di più ci affidiamo alla preziosa guida di Alessandro Lupu, uno dei componenti di questa associazione culturale.
Alessandro innanzitutto spiegaci com'è nata l'idea di proporre un nuovo modo di far conoscere i centri storici delle città superando la tradizionale impostazione delle visite turistiche guidate.
"L'idea nasce dall'unione delle due anime di TELS, italiana e anglosassone (ci occupiamo anche di vacanze studio in UK ed altri progetti linguistici): l'una più didattica e culturale e l'altra più creativa, narrativa.
Abbiamo così creato la figura dell'History Walker, un vero e proprio cantastorie che accompagna gli studenti ed i ragazzi per le vie della città facendo rivivere fatti storici in modo coinvolgente ed efficace, attraverso il racconto, aneddoti e curiosità. Un'idea vincente in effetti!"
In cosa consiste la vostra offerta didattica rivolta alle scuole?
"Alle scuole offriamo un vero e proprio pacchetto didattico: insieme alla walk, alla passeggiata di un'ora e trenta con il cantastorie madrelingua, gli insegnanti hanno a disposizione del materiale didattico creato da noi da utilizzare in classe, prima e dopo l'uscita per massimizzare l'apprendimento e sfruttare al meglio l'attività"
La vostra offerta si rivolge anche al turismo non scolastico, quali sono i suoi elementi distintivi?
"Le History Walks sono perfette anche per turisti adulti in cerca di visite guidate alternative che offrono comunque una visione completa di monumenti e architettura della città. La proposta perfetta anche per eventi business originali e di qualità" 
Pavia oltre ad essere la vostra base operativa è una città ricca di storia. Quali itinerari proponete per scuole e turisti?
"A Pavia abbiamo 13 itinerari, proprio perché siamo partiti da qui ed è casa nostra. I best seller sono Legends and Ghosts of Pavia, una camminata su fantasmi e leggende, Streets of Pavia, una delle passeggiate più classiche che ripercorre le tappe della fondazione della città e Longobardorum in Ticino Vestigia, un' imperdibile walk sui Longobardi narrata metà in lingua inglese e metà in latino!
Un'esperienza davvero unica! Senza dimenticare le walk a carattere scientifico svolte all'interno del Museo della Tecnica Elettrica su Einstein e Galvani e quelle fuori città a Vigevano (Leonardo) e Voghera (ex manicomio)."
Sul vostro sito ufficiale sono pubblicate le città italiane dove è possibile provare l'esperienza delle history walks. quali sono i requisiti che devono possedere le aspiranti "guide" per poter far parte del vostro progetto?
"Di certo avere il dono dello storytelling, avere voglia cioè di mettersi in gioco con una modalità di racconto che sia coinvolgente, teatralizzata e davvero indimenticabile per chi li ascolta. E poi chiediamo che siano madrelingua o bilingue (inglese, francese, spagnolo o tedesco) e che abbiano il "patentino" di guida. Anzi ne approfittiamo per lanciare un appello: a tutti i cantastorie con questi requisiti che ci stiano leggendo, se vi va di unirvi a noi, contattateci! ;-)"
L'estensione del vostro innovativo modello alle principali città storiche italiane comporta anche un'attività di promozione che travalica i confini della provincia di Pavia. Quali strumenti utilizzate per far conoscere la vostra attività?
"Abbiamo iniziato da Pavia nel 2011 con 180 studenti. Siamo oggi in 15 città italiane con una media di 17 mila presenze all'anno. La forza di history Walks è la sua semplicità e la replicabilità per cui, una volta reso stabile il format a Pavia, poi è stato più semplice "aprire" nuove destinazioni partendo dagli History Walker delle varie città su cui abbiamo costruito il personaggio e gli itinerari. Il passaparola tra gli insegnanti ci ha aiutato tantissimo. Facciamo poi promozione attraverso fiere di settore e i social network come Instagram che ci sta dando una grande visibilità del marchio"
Per concludere, quali sono i vostri progetti futuri?
"Il nostro sogno? Arrivare in tutta Italia e poi chissà, anche altrove... Intanto siamo molto contenti dei risultati e speriamo di poter continuare ad emozionare tante persone con le nostre storie e di far apprezzare la Storia e le lingue agli studenti che partecipano"

Nessun commento:

Posta un commento